Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

A Genova la scienza è fatta anche di papere e polli

Kees Moliker è stato premiato per aver descritto il primo caso di necrofilia omosessuale tra maschi di anatre della specie germano reali, Bernard Vonnegut, fratello del più celebre Kurt per aver dimostrato che il lancio di polli all’interno di un uragano non è un sistema efficace per misurarne la forza. Non è una gabbia di matti, ma la Loggia della Mercanzia del Festival di Genova dove ho raggiunto un gruppo di blogger genovesi per una chiaccherata con alcuni dei vincitori dei premi IgNobel. Il premio va a ascinziati ma, come per quello di Stoccolma c’è quello per l’economia e per la letteratura, assegnato qualche anno fa ai 972 autori del paper del New England Journal of Medicine vincitori del premio dell’Ignoble per la letteratura. “Quando li chiamiamo per annunciare il premio alcuni lo confondono con il Nobel di Stoccolma – mi spiega Marc Abrahms, editor degli Annals of Improbable research – altri loi rifiutano – abbiamo perfino ricevuto una lettera di un advisor scientifico del governo britannico che ci diffidava dal premiare altri scienziati inglesi – ma la verità è che gli IgNoble sono un ottimo modo per mostrare quanto la scienza è libera e divertente”. Un dato interessante è che i paesi che vincono di più sono Usa (perchè qui tutto è molto pubblicizzato), ma soprattutto UK (forse il più alto come percentuale procapite) e il Giappone.

“Il fatto è che in questi gi eccentrici sono megli oaccettati e quindi c’è più libertà per la scienza” mi spiega Abrahms. E gli italiani? “Ci sono un sacco di eccentrici e c’è una grandissima tradiuzione per quanto riguarda il passato, ma adesso sono molto conservatori. In Europa c’è spesso la necessità di uniformarsi”. In realtà i premi Ignoble, come quello dato a Kees Moliker per la storia della anatre omosessuali necrofile, ha anche un ruolo scientifico importante perché aiuta ad aprire nuovi campi di studio. Kees adesso ha una spessa raccolta di casi che si prepara a pubblicare e dopo l’IgNobel è diventato un punto di riferimento per chiunque osserva comportamenti anomali tra gli uccelli.