Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il giornalismo d’inchiesta fa spin-off

Il giornalismo investigativo diventa spin-off. Due reporter del Wall Street Journal, Sue Schmidt e Glenn Simpson, sbarcano dalla corazzata di Murdoch per lanciare SNS Global LLC, una propria start-up nel settore che conoscono meglio, inchieste e investigazioni. I loro saranno clienti privati interessati ad approfondimenti sulle aree che i due hanno tradizionalmente coperto. Ancora non è chiaro cosa faranno, ma il segnale è chiaro, nella stretta dettata dalla crisi sembra esserci sempre meno spazio per il giornalismo d'inchiesta. Pochi giorni fa il direttore responsabile del Wsj, Robert Thomson, ha informato in un memo, che anche i giornalisti del quotidiano saranno giudicato sulla capacità di portare pubblicare storie che rendano la testata più competitiva rispetto ad agenzie come Reuters ed Ap. Una conferma di una tendenza era già in atto (basta ricordare Paul Steiger e ProPubblica, lanciata nel 2007), ma che sembra destinata ad aumentare l'emorraggia di molti dei profili più alti (Schmidt ha all'attivo un Pulitzer ed era arrivato l'anno scorso dal Washington Post). Michael Calderone, sul suo Politico, ne fa un elenco piuttosto inquietante.

L'interrogativo resta, sempre e purtroppo, il business model. Propubblica ha adottato quello non profit grazie a un forte finanziamento iniziale, Sns Global impiega giornalisti, ma non pubblica. La sperimentazione continua…

Un'interessante discussione sul tema è stata lanciata dal Nyt il 28 gennaio scorso, e ha visto diverse repliche e riprese:

Steve Coll sul New Yorker
Roy Greenslade nell'Evening Standard
Jack Shafer in Slate