Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Cellule che leggono la mente – Nòva24 a colloquio con Giacomo Rizzolatti (video)

Oggi su Nòva24 racconto di come le ricerche sui neuroni di Giacomo Rizzolatti, che a Parma ha identificato queste cellule particolarissime insieme a Luciano Fadiga, Leonardo Fogassi, Giuseppe Di Pellegrino e Vittorio Gallese, stanno ridefinendo non solo la concezione della mente umana, ma anche quella di come si sviluppa il nostro linguaggio e la nostra cultura. Il tutto a partire da ua corporeità che, troppo a lungo, ci siamo sforzati di dimenticare.




Tra gli articoli divulgativi da segnalare, questo bell'intervento su Edge, di Vilayanur S. Ramachandran, uno dei più celebri neurologi contemporanei, che spiega l'importanza delle "cellule dell'empatia" in una prospettiva evolutiva. In sostanza nell'averci fatto diventare, con un grande balzo avvenuto circa 250mila anni fa, ciò che siamo oggi. Scimmie nude, ma molto, molto connesse…

Per quanto riguarda i paper scientifici invece eccone un paio molto interessanti e innovativi per la loro cross-disciplinarietà.

"Language within our grasp" di Rizzolatti e del linguista Michael Arbib. E' un articolo che ha sollevato non poche polemiche tra i linguisti, ma che segna un punto molto importante nel collegare linguistica e neuroscienze.

"Mirror neurons and the social nature of language: the neural exploitation hypothesis" uno dei lavori più recenti di Vittorio Gallese sull'importanza dei neuroni specchio per spiegare le nostre facoltà cognitive. Gallese, va ricordato, per primo associò i risultati sulle scimmie alle teorie della mente collettiva di Merleau Ponty come racconta Luca De Biase nella copertina di Nòva24 oggi.

Da segnalare anche la review del 2004 di Rizzolatti e Laura Craighero "The mirror neuron system" citata oltre 900 volte dalla sua pubblicazione, praticamente una volta al giorno se si escludono i fine settimana…

Last but not least, una lezione di Marco Iacoboni a UCDavis sull'ipotesi di un legame tra l'autismo e il mancato sviluppo dei neuroni specchio. Una strada sulla quale si lavora anche a Parma, nei laboratori di Rizzolatti e che potrebbe, un giorno fornire nuovi strumenti per trattare questa sindrome. Iacoboni, che con grande pazienza mi ha spiegato anche le implicazioni sociali e filosofiche delle sue richerche è autore di "Neuroni Specchio, come capiamo ciò che fanno gli altri" uscito da Bollati e Boringhieri. Qui, sempre in Edge, spiega anche il suo esperimento di "instant-science" sull'impatto delle pubblicità sugli spettatori del SuperBowl.