Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Spot.us pensa a espandersi a L.A. e Seattle – Tomorrow’s journalism business models

In una bella videointervista (con trascrizione) Dave Cohn, l'inventore di Spot.us, il concept di giornalismo non-profit e crowdfunded, spiega a Zachary M. Seward del Nieman Journalism Lab che cosa vuole diventare Spot.us, l'espansioneoltre San Francisco verso Seattle e L.A. e forse più avanti verso NY e Philadelphia.

Una delle parti più interessanti però è su che tipo di storie "funzionano" ovvero quelle in gradi di attirare più crowdfunding (i futuri lettori finanziano con 20 dollari a testa ogni proposta di pezzo + 2 dollari che vanno al sito per la gestione). Più che pezzi fatti dal desk, con quote di esperti etc, quello che sembra solleticare di più  lettori/finanziatori sono storie di cui non si vede a priori il taglio o il risultato. Per es.io le indagini ambientali fortemente localizzate sudove va a finirela mia spazzatura, o sui budget e la spesa della mia città…

Cohn, che ha iniziato la sua impresa grazie a un grant di 340mila dollari della Knight Foundation, è un fortissimo critico di se stesso, ma le sue riflessioni sono piene di spunti interessanti. Magari anche per i (vecchi) giornali del Vecchio continente.