Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Errata corrige: la ricerca, l’innovazione e il ferito orgoglio piemontese…

Piero Gastaldo, attento lettore di Nòva24, da Torino mi segnala (perentoriamente) nei commenti qui un pasticcio avvenuto nell'ultima copertina di Nòva24 sulla ricerca e di cui mi prendo la responsabilità. 6a00d8345200cd69e20120a6869d74970b-800wi

L'errore riguarda la classificazione delle quasi 200 regioni europee esaminate da Navarro nel paper che citavo nel pezzo e scarcabile qui. La tabella 4 corretta citata nel pezzo di Nòva24 è anche postata qui a fianco.

 

Per un infelice errore di copia e incolla il Piemonte era finito insieme alla Calabria tra le regioni più deboli mentre si trova nel quarto gruppo, quello delle Pag15Tab4Navarro"Advanced regions, with a certain industrial specialisation" insieme alla Lombardia (posso assicurare che non c'era campanilismo… vivo e lavoro a Milano da anni, ma non sono meneghino di origine…).

Mi scuso con i Piemontesi e con i lettori tutti per l'errore chiaramente non intenzionale ma dovuto a una cattiva riformattazione dei dati in fase di scrittura e che è sfuggita anche ai controlli in redazione.

Il Lazio resta invece la regione più avanzata d'Italia, mentre, come raccontavo nel pezzo, nessun territorio italiano compare nelle top "Innovative capital regions".

Del Piemonte e dell'innovatività di Torino conto invece di raccontare presto molto altro.